Probiotici e chemo

La chemioterapia attacca le cellule che si dividono rapidamente. Anche se questo principalmente colpisce le cellule tumorali, anche le cellule umane sane, incluse quelle del tratto digestivo, sono anche interessate. I probiotici sono integratori che aumentano i livelli di microrganismi benefici nel tratto digestivo. Essi aiutano ad alleviare alcuni degli effetti collaterali della chemioterapia, ma possono anche essere pericolosi se la chemioterapia indebolisce il sistema immunitario.

I probiotici sono organismi vivi che migliorano la salute. La maggior parte degli integratori probiotici sono batteri benefici, come Lactobacillus acidophilus, sebbene il lievito, come Saccharomyces cerevisiae, sia anche considerato probiotico. Anche se i batteri utilizzati nei supplementi di probiotici possono essere diversi da quelli normalmente presenti nel tratto digestivo, sono abbastanza simili per fornire gli stessi vantaggi.

La chemioterapia spesso danneggia le cellule che allineano il tratto intestinale. Il danno provoca infiammazione, dolore e diarrea, in quanto gli intestini non assorbono più efficacemente le sostanze nutritive. I batteri probiotici aiutano il disturbo digestivo e possono anche aiutare le cellule intestinali a guarire. I ricercatori hanno riportato in un articolo del 2009 “Journal of Parenteral and Enteral Nutrition”, che i probiotici hanno sollevato la diarrea associata alla chemioterapia nei pazienti affetti da tumore al seno.

Sebbene i probiotici aiutino a ridurre alcuni effetti collaterali associati alla chemioterapia, il consumo di probiotici durante la terapia può rappresentare un rischio. La chemioterapia indebolisce il sistema immunitario perché danneggia il midollo osseo dove vengono prodotte le cellule immunitarie. Sebbene i batteri utilizzati negli integratori probiotici non siano generalmente infettivi, se il sistema immunitario è compromesso, questi batteri possono diffondersi in altre parti del corpo, portando a infezioni del sangue o del cuore, secondo un articolo del 2003 relativo alle “Malattie infettive cliniche”.

L’uso di probiotici per il trattamento della diarrea nei pazienti chemioterapici è un nuovo approccio a questo problema, e bisogna fare ulteriori ricerche per determinare quali sono i ceppi più efficaci. A causa dei rischi potenziali, rivolgersi al proprio medico prima di prendere integratori probiotici.

Quali sono i probiotici?

Probiotici e chemioterapia

Chemioterapia e Rischi Probiotici

Essere sul lato sicuro