Olio di primavera e gravidanza precoce

La primula di sera, un fiore selvatico endemico in Nord America, ha una lunga storia di uso medicinale. L’olio concentrato del fiore è un’ottima fonte di acidi grassi omega-6, che hanno diverse proprietà nutrizionali e farmaceutiche. Tradizionalmente, le ostetriche hanno raccomandato l’olio di primula di sera come un intervento naturopatico per prevenire alcuni disagi e complicazioni associate alla gravidanza. Anche se può essere utile durante la gravidanza precoce, non ci sono prove sufficienti per confermare o confutare le affermazioni della sua sicurezza e efficacia.

L’olio di primula di notte può aiutare a mitigare molti dei disagi gravi e delle complicazioni associate alla gravidanza. I National Institutes of Health riferiscono che l’olio può alleviare la mastalgia o il dolore al seno, che è un problema molto comune durante il primo trimestre della gravidanza. Il NIH nota anche la popolarità di olio di primula di sera come trattamento e prevenzione per complicazioni di gravidanza, tra cui la preeclampsia o l’ipertensione correlata alla gravidanza. Tuttavia, nessuno di questi benefici è stato definitivamente dimostrato negli studi scientifici.

L’evidenza è limitata per quanto riguarda l’efficacia dell’olio di primula di sera come trattamento per problemi o complicazioni legate alla gravidanza. Gli Istituti Nazionali di Salute classificano l’olio di primula di sera come “probabilmente efficace” per la mastalgia, ma rileva prove insufficienti per dimostrare o confutare i suoi presunti benefici durante qualsiasi fase della gravidanza. Nel 1999, uno studio pubblicato sul “Journal of Nurse Midwifery” ha esaminato i benefici dell’olio di primula durante le fasi tardive della gravidanza e non ha trovato alcuna. Nessun studio clinico ha valutato il suo utilizzo nel primo trimestre.

Le preoccupazioni principali associate all’olio di primula di sera si verificano durante le ultime tre settimane di una gravidanza di durata normale. “Il Journal of Midwifery Infermiere” ha osservato che le donne che assumono l’olio di primula di sera nelle ultime settimane di gravidanza hanno tassi più elevati di arresto della discesa – quando un bambino smette di scendere nella vagina nelle ultime fasi del lavoro – e che più I bambini devono essere estratti utilizzando un estrattore a vuoto. Non sono stati effettuati studi per determinare se e in che misura l’olio di primula di sera in gravidanza precoce potrebbe influire sul risultato successivo.

Durante tutte le fasi della gravidanza, l’olio di primula di notte può causare effetti collaterali scomodi. Secondo l’Università del Maryland Medical Center, gli effetti collaterali dell’olio della primula di notte sono rari e di solito lievi. I reclami più frequenti si verificano a dosi superiori che superano la norma raccomandata. Questi disturbi potrebbero includere nausea, mal di testa e crampi addominali. Come regola generale, sia le donne in gravidanza che quelle non in gravidanza dovrebbero assumere integratori alimentari solo quando indirizzati a farlo da un fornitore di servizi sanitari qualificati. Non utilizzare l’olio di primula di sera in gravidanza, a meno che il vostro medico non lo raccomandi.

Benefici

Prova

Rischi per la gravidanza

Effetti collaterali generali